Confezioni per bomboniere

Confezioni per bomboniere

Una bella bomboniera ha bisogno anche di una presentazione adeguata, che ne esalti il gusto e l’occasione. MautoneOne Linea Party dispone di tutti i tipi di confezioni per bomboniere a Napoli. Le confezioni proposte da MautoneOne Linea Party si adattano a tutte le tipologie di eventi, da quelli più formali a quelli più gioiosi. Abbiamo inoltre un’ampia gamma di confetti da accompagnare alla vostra bomboniera, per rendere il tutto molto più dolce. Non ci limitiamo infatti agli ottimi ma un poco abusati confetti alla mandorla e al cioccolato. Abbiamo gusti per accontentare anche i palati più esigenti, desiderosi di dare un sapore unico al proprio grande evento.

Matrimoni

Il matrimonio è una delle occasioni per eccellenza nelle quali si regalano bomboniere. La forma della scatola e il tipo di confetti da allegare variano molto a seconda della bomboniera, della sua grandezza e dello stile degli sposi. Per le confezioni di solito si preferisce usare il bianco o comunque colori tenui, con decorazioni in pizzo a vivacizzare l’insieme e sacchetti in tulle per i confetti. Nulla però vieta di cercare qualcosa di più estroso e originale, giocando sia con colori più accesi, sia con forme che si allontanano dalla tradizione, sia con gusti di confetti particolari. Tutto sta al gusto degli sposi. Che siate in cerca di confezioni per bomboniere a Napoli classiche o originali, noi faremo il possibile e l’impossibile per venirvi incontro.

Battesimi/Comunioni

Sia il battesimo che la comunione sono ricorrenze religiose, quindi di solito accompagnate da colori tenui e forme molto classiche. A seconda che la festa sia per un bambino o per una bambina, di solito si usano confezioni rosa o azzurro pastello, con confetti dello stesso colore. In alternativa si può però puntare su colori più neutri, come il bianco, il giallo o il verde. Per chi vuole osare, si può aggiungere un tocco di argento o oro. Per i confetti si usano di solito tipologie tradizionali, quindi mandorla o cioccolato. A seconda però del gusto dei genitori del festeggiato e dei loro invitati, si possono anche scegliere sapori più particolari. In presenza di un gran numero di bambini, consigliamo di evitare gusti troppo forti.

Feste di laurea

Se vi state organizzando per festeggiare una laurea, abbiamo un’ampia gamma di scatole adatte all’occasione. Si va dalla classica scatolina in cartone a forma di tocco, a qualcosa di più elegante in plexiglas con fiocchi rossi. Consigliamo confetti rigorosamente rossi, alla mandorla o al cioccolato.

Perché le bomboniere?

La tradizione di regalare dolci e confetti in occasione di eventi speciali era già presente in Italia nel XV secolo. In occasione del fidanzamento, i futuri sposi e le famiglie si scambiavano scatole in ceramica o in vetro colme di confetti. Anche nell’Inghilterra del XVI secolo era diffusa la consuetudine delle “sweetmeal box”. Erano scatoline di squisita fattura, realizzate in argento, in oro e talvolta decorate con pietre preziose. Le si riempiva di dolcetti e le si regalava in occasioni speciali. Il nome bomboniera, però, nasce più tardi. La bomboniera nasce come scatola per dolci, che in francese sono appunto i bonbon. Nel XVIII secolo, in Francia, si diffuse infatti l’usanza da parte degli sposi di regalare agli invitati un piccolo contenitore pieno di dolcetti e raffinate golosità. Era un simbolo di ricchezza e fertilità, che serviva per augurare alla nuova coppia e ai loro cari una vita colma di ricchezze materiali e spirituali. Con il passare del tempo il termine prese piede, insieme all’abitudine di festeggiare i grandi avvenimenti della vita regalando un pizzico di dolcezza.

Storia di un confetto

Il confetto tradizionale è un dolcetto goloso e colorato, una mandorla ricoperta di zucchero. Su questa scia sono state create anche varianti con il cuore di pistacchi, nocciole o cioccolato. Stanno inoltre prendendo piede tipologie di confetti dai gusti originali e strani, con l’aggiunta di un tocco alcolico e talvolta piccante. I confetti sono una specialità antica, che nasce in epoca romana e trova la sua massima espressione in Italia e in Spagna. Già al tempo i confetti, che allora usavano il miele al posto dello zucchero, venivano usati per celebrare i matrimoni. La lavorazione dei confetti è lunga e complessa. Si usano caldaie in rame o in acciaio, dette bassine, che durante la lavorazione sono in continua rotazione. Al loro interno vengono inserite soluzioni di saccarosio e mandorle. Con l’aria calda l’umidità all’interno della soluzione evapora, lasciando uno strato uniforme di zucchero sulla mandorla. Il processo viene ripetuto varie volte, fino a ottenere il risultato desiderato. A questo punto la superficie del confetto è rugosa e irregolare, molto diversa da quella lucida e uniforme che siete abituati a vedere. Si procede quindi con una fase di lisciatura e lucidatura del confetto, in seguito alla quale si aggiunge il colore desiderato o si lascia il confetto del suo bianco naturale. La confettatura artigianale può durare anche due o tre giorni.